Categorie
notizie

Pasqua senza scampagnate, arte e turisti: la Sicilia conta i danni

Pasqua senza scampagnate, arte e turisti: la Sicilia conta i danni

Pasqua anomala per il secondo anno consecutivo e così, dopo il lockdown del 2020, quest’anno gli italiani hanno avuto una possibilità di spostamento minima per andare a trovare amici e parenti ma a causa della zona rossa in tutta Italia, le spiagge sono rimaste deserte, le città con traffico a zero e nessuno a passeggio ad ammirare i monumenti. Per non parlare di scampagnate e pic-nic di Pasquetta o pranzi in agriturismo.Preoccupata tutta la filiera legata al turismo, a cominciare dai balneari per proseguire con gli agriturismi. Piangono le città d’arte, ma pure metropoli come il capoluogo lombardo e zone a forte vocazione turistica della Sicilia e della Costiera Amalfitana: saranno le località più danneggiate dai divieti anti-Coronavirus di queste giornate del primo break primaverile. Secondo il Codacons, che ha realizzato un’indagine sulle perdite stimate che l’Ansa rende pubblico in anteprima, seguono Firenze, con -200mila tra presenze e visitatori e minori

L’articolo intitolato: Pasqua senza scampagnate, arte e turisti: la Sicilia conta i danni è stato inserito il 2021-04-04 04: 13: 36 dal sito online (gds.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo