Paninaro vessato dal pizzo: cinque gli arresti. Intimidazioni perpetrate con metodo mafioso

Avevano imposto il pizzo a un paninaro di Catania, anche attraverso intimidazioni e violenza fisica. Tutte condotte illecite caratterizzate anche dal metodo mafioso in virtù dei «legami con ambienti della criminalità organizzata locale». La squadra mobile della questura di Catania ha arrestato cinque persone, ipotizzando reati come la tentata estorsione aggravata, illecita concorrenza con minaccia e violenza e lesioni personali con l’aggravante mafiosa.

In carcere è stato condotto Giuseppe Spampinato, di 47 anni. Ai domiciliari Nunzio Spampinato, 74 anni, Enrico Desi, 47, Isaia Di Fini, 44, e Fabio Leonardi, 42 anni. A un sesto indagato, Rosario D’Urso, 52 anni, incolpato di furto, è stato applicato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Secondo la Procura distrettuale «gli indagati imponevano al titolare di un camion attrezzato per …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Paninaro vessato dal pizzo: cinque gli arresti. Intimidazioni perpetrate con metodo mafioso


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer