Palermo, spaccaossa e altri orrori Ma nessuno vede il suo dolore


Nessuno vede più il dolore di Palermo, né si china più sulle testimonianze della sua agonia. Che siano notizie di cronaca, come quella, clamorosa, degli spaccaossa tornata alla ribalta per la vicenda giudiziaria, o contabilità minime del disagio, nessuno lenisce più le ferite della povertà dilagante. Le speranze non mancano, manca chi sappia pronunciare una parola nuova che si riferisca al presente. E’ assente l’intelligenza che metta insieme le storie del disastro – dalle ossa spaccate delle vittime, alla violenza, alle brutture, alle anime e alle strade rotte, alla sopravvivenza asfittica di molti – e che provi a sistemare al centro il racconto di una visibile crepa che è somma coerente di troppe smagliature, per ricucirla.

Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Palermo, spaccaossa e altri orrori Ma nessuno vede il suo dolore


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer