Palermo

Palermo, patto con la nota organizzazione malavitosa per i voti messo agli arresti un candidato

#Palermo

“Patto con il mafioso per i voti”. Coinvolte 3 persone, fra cui una donna

PALERMO – Tornare dall’America nella sua Carini per fare il parlamentare regionale. Il sogno e le ambizioni di Salvatore Ferrigno si interrompono nel peggiore dei modi.

Soldi e favori in cambio di voti. Il politico avrebbe stretto un patto con un mafioso. 3 arresti scuotono la campagna elettorale per le Regionali di domenica.

L’arresto del candidato

A 2 giorni dal voto i militari dell’Arma del Comando provinciale di Palermo hanno dichiarato in arresto Ferrigno, 62 anni, originario del popoloso centro della provincia palermitana, ex parlamentare nazionale e ora candidato nella lista “Popolari e autonomisti Noi con la Sicilia” per la provincia di Palermo.

Sono una delle liste che sostengono il candidato dei partiti di centrodestra alla presidenza, Renato Schifani. Gli altri tratti in arresto sono Giuseppe Lo Duca e Piera Loiacono.

Sono stati il procuratore aggiunto Paolo Guido e i sostituti Giovanni Antoci e Alfredo Gagliardi delle Direzione distrettuale antimafia di Palermo a chiedere e ottenere il decreto di custodia cautelare emessa dal GIP. I militari del Nucleo investigativo, guidati dal tenente colonnello Salvatore Di Gesare, stavano addosso a Ferrigno da mesi.

Ferrigno, grazie alla mediazione di una donna, sarebbe sceso a patti con un mafioso di Carini. Gli…


PAGN2917 => 2022-09-23 01:32:03

Palermo

Show More