Palermo, la Ztl notturna slitta a venerdì 31 gennaio: gli orari cambiano in base alle stagioni

1
Palermo, la Ztl notturna slitta a venerdì 31 gennaio: gli orari cambiano in base alle stagioni
Palermo, la Ztl notturna slitta a venerdì 31 gennaio: gli orari cambiano in base alle stagioni

Dopo un lungo confronto, l’accordo sulla Ztl notturna a Palermo è stato raggiunto anche se a fatica. E in consiglio comunale la maggioranza è approdata forte dell’intesa che prevede lo slittamento dell’avvio del provvedimento a venerdì 31.

Tra le modifiche che riguardano l’adozione della zona a traffico limitato di notte c’è l’applicazione del provvedimento in orari diversi a secondo delle stagioni climatiche e maggiori controlli da parte della Polizia municipale sulla movida, sugli avventori e sugli esercenti.

COME CAMBIANO GLI ORARI. Dalla prima settimana di maggio fino alla prima di novembre, come viene spiegato in un articolo sul Giornale di Sicilia in edicola a firma di Giancarlo Macaluso, limitazioni serali del traffico il venerdì e sabato dalle 20 alle 6 di mattina, per il restante periodo dell’anno dalle 23.

La Ztl notturna, dunque, non partirà domani e non avrà l’impianto inizialmente pensato che prevedeva l’avvio dalle 22.30 il venerdì e sabato. In sostanza, gli orari avranno una cadenza stagionale: sei mesi tra autunno-inverno con limitazioni alle auto dalle 23 del venerdì fino alle sei del giorno successivo, stessa cosa sabato. Nei sei mesi di primavera-estate, invece, la limitazione partirebbe alle 20.

IL DIBATTITO. Le opposizioni in un primo tempo avrebbero voluto affrontare la questione esclusivamente sul piano politico, senza discutere il punto, cosa che avrebbe impedito la possibilità di presentare eventuali emendamenti. “Non intendiamo arretrare rispetto al rispetto dell’ambiente, alla qualità della vita e al rispetto per chi lavora e vive nel centro storico – ha detto il sindaco Orlando – siamo qua per condividere in consiglio il più ampio dibattito su un tema che è fondamentale per la città, per valutare e accogliere modifiche e variazioni che saranno sottoposte all’amministrazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui