Palermo, la Befana ha portato rifiuti: le foto delle strade più sporche, disagi anche in centro

208

Palermo invasa dall’immondizia dal centro alla periferia. In questi giorni, andando in giro per la città si possono notare rifiuti abbandonati sul ciglio della strada o cassonetti traboccanti. Dai sudici materassi retti dai pali della segnaletica stradale o ancora riversati sui marciapiedi, ai sacchetti con l’organico o con l’indifferenziato.

Lo spettacolo, fino a questa mattina, era ben visibile anche in alcune strade del centro o a ridosso: per esempio in via Libertà, tra piazza Croci e la statua, dove c’erano sacchi neri ogni 50 metri quasi; agli angoli di via XX settembre; in via Piersanti Mattarella, all’altezza del sottopassaggio di villa Trabia; in via Emilia; in via Mozart. L’elenco delle strade piene di spazzatura non è finito qui, perché continua con via Marchese di Villabianca, via Leopardi, via De Amicis, via Lo Iacono. Non solo centro, perchè anche le strade del quartiere Noce fino a questa mattina erano piene di rifiuti, così come in viale Regione Siciliana (da Leroy Merlin fino al ponte di via Belgio) che è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto.

Il motivo dei ritardi nella raccolta lo ha spiegato il presidente della Rap Giuseppe Norata sul Giornale di Sicilia in edicola. “C’è stato un problema – afferma Norata -. Lunedì era festivo e la raccolta non è stata effettuata. E poi c’è stata una ricaduta a catena, con alcuni itinerari non completati – continua il presidente della Rap – ma entro domenica recupereremo l’arretrato, con squadre supplementari”.