Notizie

Orrore a Spadafora: uomo di 59 anni ucciso nel sonno con 23 coltellate dal figlio ventenne

Ancora un accoltellamento tra le mura domestiche in Sicilia. Una persona di sesso maschile di 59 anni M.P. è stato ucciso nella notte intorno alla 4 in un’abitazione di Spadafora, in provincia di Messina, e il figlio ventenne è stato arrestato per omicidio.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’arma tutto sarebbe maturato a ragione di dissidi tra padre e figlio. In particolare di notte, armato di un coltello, il giovanotto avrebbe aggredito nel sonno il padre colpendolo con 23 coltellate. L’uomo ha provato a difendersi ingaggiando una colluttazione con il figlio prima di cadere a terra esanime.

I militari dell’arma sono arrivati pure con l’ausilio del personale di un’ambulanza del 118 ma purtroppo non c’è stato nulla da fare per il 59enne originario di Messina, residente nel comune di Spadafora con la convivente e i due figli, di 20 e 17 anni. I militari dell’arma hanno bloccato il figlio M.G., di 20 anni della vittima sospettato dell’omicidio del padre risalendo alla possibile dinamica del delitto.

Il giovanotto è stato arrestato per il reato di omicidio e trattenuto presso la Compagnia Militari dell’arma di Milazzo per il prosieguo delle indagini.

Nell’abitazione, secondo la ricostruzione dei militari dell’arma, al momento del delitto c’erano pure la convivente dell’uomo e il figlio più piccolo della vittima, un diciassettenne. Militari dell’Arma sono arrivati dopo una chiamata al 112 arrivata dalla abitazione. Nel luogo è intervenuto pure personale del 118, ma l’uomo era già morto. Il ventenne è stato trovato in stato confusionale, con i vestiti sporchi di sangue ed è stato dichiarato in arresto.

Poi è stato portato al pronto soccorso per la medicazione di ferite che ha riportato nella colluttazione col padre. Dovrebbe essere dimesso a ore e nel pomeriggio sentito dai magistrati. Le indagini dei militari dell’arma sono coordinate dal procuratore di Messina, Maurizio De Lucia.

Show More