Orlando contro Salvini: "È genocidio, pronti ad accogliere i migranti". Il ministro: suoi insulti medaglie

palermo

“E’ un genocidio, che continua. Si farà un secondo processo di Norimberga e il ministro Salvini non potrà dire che non sapeva“. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando a margine della cerimonia in via D’Amelio a cui ha partecipato anche il presidente del Senato Alberti Casellati, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di commentare il nuovo naufragio nel Canale di Sicilia.

“Quando firmerò le prime iscrizioni anagrafiche? Sono in corso le istruttorie, una volta terminate provvederò a firmarle”, ha continuato Orlando ai giornalisti che gli chiedevano del rifiuto dei dipendenti dell’anagrafe di Palermo di rispettare la direttiva del sindaco d’iscrivere i richiedenti asilo nel registro dei residenti.  «Nei giorni scorsi – ha proseguito Orlando – i dipendenti
erano talmente preoccupati dal clima che si sta costruendo che non volevano rilasciare neanche un’autorizzazione conforme al decreto Salvini. Ho dovuto firmarla io nonostante l’atto non fosse impedito dal decreto sicurezza».

Leggi anche altri articoli di palermo
o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

PA