Notizie

Ogni ragusano spenderà circa 1.800 euro in meno quest’anno a ragione dell’effetto Coronavirus

Secondo un’analisi dell’Ufficio Studi Confcommercio, ogni ragusano spenderà circa 1.800 euro in meno quest’anno. Questo significa che saranno bruciati decine di milioni di euro di consumi. Il calo più forte è destinato a registrarsi nelle aree periferiche della provincia mentre a livello percentuale il primato (-16%) appartiene alle città della zona orientale. “Alcuna area del nostro territorio provinciale – commenta il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti – è stata risparmiata dalle conseguenze del Coronavirus. Nell’anno in corso perderemo dai 40 ai 60 milioni di euro di consumi e circa 8,5 punti di Prodotto interno lordo (PIL). Per tornare a crescere, grazie pure ai fondi europei, servono provvedimenti più incisivi, come invocati dal nostro presidente nazionale Carlo Sangalli, e certamente più rapidi nella loro applicazione. Il tempo non gioca a nostro favore e i nodi fiscali e burocratici che rallentano la crescita devono ancora essere risolti”. In ogni caso si ha a che fare con un effetto-Coronavirus a diverse velocità che è quello che emerge dall’analisi dei consumi nelle varie zone dell’area iblea per il 2020 effettuata dall’Ufficio Studi Confcommercio. Se a livello nazionale la previsione è di un calo del 10,9% (pari a una perdita di 116 miliardi, 1.900 euro pro capite),  » 

Show More