Occhionero due ore in Procura “Ho sbagliato a fidarmi di Nicosia”


PALERMO – Ha sbagliato, ha sbagliato a fidarsi di Antonello Nicosia. L’onorevole Giuseppina Occhionero lo ripete più volte davanti ai pubblici ministeri Paolo Guido, Francesca Dessì e Calogero Ferrara. Risponde per due ore e mezza alle richieste di chiarimenti – la femmina non è indagata – e la sua testimonianza è segnata da momenti in cui è apparsa molto provata.

Racconta di se stessa, del suo rapporto personale con Nicosia, del quale sarebbe divenuta vittima inconsapevole. L’uomo che da due giorni si trova in carcere con l’accusa di essere organico alla famiglia mafiosa di Sciacca ha approfittato del rapporto con l’onorevole per avere libero accesso in carcere, incontrare i detenuti e discutere di faccende che nulla riguardavano le condizioni carcerarie.

Eppure è per il suo impegno in difesa dei …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Occhionero due ore in Procura “Ho sbagliato a fidarmi di Nicosia”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer