.Nove feriti, uno rischia l’amputazione di alcune dita

    31

    Durante la notte di San Silvestro, a cavallo tra le 19 del 31 e questa mattina alle 6 sono stati impegnati circa 300 carabinieri per garantire la sicurezza pubblica.
    Gli uomini dell’’arma, coordinati dalla Centrale operativa hanno monitorato il pronto soccorso dei vari ospedali ed i collegamenti nevralgici della rete stradale.
    Risultano nove le persone che hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari, perché rimaste ferite a seguito dell’utilizzo di petardi, il più grave un 40enne di Capaci che è stato trasportato presso l’’ospedale Cervello.
    Lì i medici gli hanno riscontrato una “lesione da scoppio con parziale amputazione del secondo, terzo e quarto dito della mano destra” e successivamente è stato trasferito presso il reparto di chirurgia dell’’ospedale Villa Sofia.




  • CONDIVIDI