Niente stipendi, sciopero nei punti vendita Fortè di Siracusa, Noto, Pachino e Canicattini

Sciopero spontaneo dei lavoratori Fortè di Siracusa, Noto, Pachino e Canicattini. A seguito della proclamazione di stato di agitazione della Filcams Cgil stentano a rasserenarsi gli animi. L’azienda con una comunicazione aveva comunicato venerdì scorso che avrebbe saldato il mese di giugno e 1/3 di Luglio e contemporaneamente chiesto di sorpassare lo stato di agitazione che blocca le attività straordinarie, comunicando invece di eseguire l’inventario di domenica pomeriggio, extra quindi, rispetto l’orario di lavoro. I lavoratori sentendosi forzati, specie dai responsabili territoriali del personale dell’azienda ad eseguire l’inventario, hanno deciso spontaneamente di riversarsi davanti al punti endita di Siracusa in via Monteforte. “Troppo poco” viene giudicato inoltre l’impegno dell’azienda di saldare Giugno e 1/3 di Luglio, in quanto le famiglie in questi mesi sono state messe sull’orlo del lastrico. Con loro anche Alessandro Vasquez segretario generale filcams cgil che sottolinea …
Leggi anche altri post su Siracusa o leggi originale
Niente stipendi, sciopero nei punti vendita Fortè di Siracusa, Noto, Pachino e Canicattini


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer