Nebrodi, le vacche sacre nelle terre tolte alla mafia. Mucche vicine ai clan per frenare lavoro e sviluppo.

Le tubature dell’acqua tranciate, le recinzioni tagliate e da ultimo dodici mucche inselvatichite riconducibili a una delle famiglie colpita da interdittiva antimafia, fatte entrare proprio nei terreni sottratti al controllo dei clan. Lì dove il Comune ha iniziato un progetto di sviluppo e lavoro. A Troina, sui Nebrodi, l’ombra delle famiglie mafiose torna ad allungarsi prepotentemente, e prende la forma delle vacche sacre.

Leggi originale
Nebrodi, le vacche sacre nelle terre tolte alla mafia. Mucche vicine ai clan per frenare lavoro e sviluppo.


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer