Ragusa

Modica. Il Quasimodo presenta la poetessa Gabriella Vicari

#Ragusa

Una serata intensa, piacevole, ricca di pathos e partecipata quella che si e tenuta sabato al Caffè Letterario Quasimodo di Modica, nel corso della 17^ stagione culturale 2022-2023. Al centro dell’incontro la presentazione della raccolta poetica “A piedi nudi” e il libro di racconti “L’isola di Nené”, 2 opere della poetessa e scrittrice Gabriella Vicari, di origine palermitana, che abita a Margherita del Belice molto impegnata in ambito culturale, tant’e che e componente consiglio di biblioteca del comune di Santa Margherita e fa parte del consiglio di amministrazione della prestigiosa Istituzione G.Tomasi di Lampedusa.
A coordinare con puntualità e stata Silvana Bandino, poetessa del Caffè Quasimodo; Giuseppe Macauda, prefatore della raccolta a “A piedi nudi”, ha invece presentato la raccolta sottolineando, fra l’ altro, come “leggere la silloge A piedi nudi significa intraprendere un percorso accattivante lungo il quale l’autrice, attraverso l’uso sapiente delle parole, esplora l’origine dei propri sentimenti ed esterna con un raffinato lirismo il suo viscerale rapporto con la natura. 2 sono, infatti, le direttrici principali della produzione poetica di Gabriella Vicari: la ricerca introspettiva e la devozione verso la propria terra”. Macauda, a riguardo, ha dato una lettura critica delle poesie “A piedi nudi”, “Conosco”, “Modica”, “Natura madre”, “Perla del Belice” e “Sentu” (dialetto), lette dall’attore Calogero Morreale.
Interessante anche il provvedimento di Maria Antonietta Emma, archeologa, che ha illustrato il libro di racconti della Vicari, “L’isola di Nenè”, con attenzione ad atmosfere ed immagini del volume presenti nei racconti, tra i quali “Lia”, “Gaspare”, “Rosa” e “Nenè” , che sono stati recitati da Giovanna Drago e Giovanni Blundetto, responsabili della compagnia teatrale “I Caturru” di Scicli.
Molto coinvolgente e apprezzato dal pubblico il DUO di Flauti traversi a cura della “Banda Città di Modica” diretta dal M° Corrado Civello , costituito da Antonella Linguanti e Francesca Fratantonio, che ha animato la serata con intermezzi musicali.
Domenico Pisana nella sua introduzione alla serata ha evidenziato come Gabriella Vicari cammini dentro le cose; la sua poesia si tinge di luce nelle limpide aurore, si intinge dei colori dei fiori come del nero della notte, canta la bellezza della natura lasciandosi avvolgere “dal silenzio di Dio” come conferma nella poesia Narcisus poetico”, riuscendo ad intercettare la voce dei luoghi dove si trova: ora la riva del mare, ora la sua S. Margherita di Belice, ora Modica, città da lei visitata ora la “Valle ricamata” dove – dice la Vicari – Calliope dolce / canta i versi antichi / di una dorata terra”.
La sua raccolta si colloca nell’alveo di una poesia impressionista; l’autrice – ha affermato Domenico Pisana “sa elevarsi tra gli spazi bianchi e le parole, tra i cromatismi e le voci della natura. Il corpus poetico si compone di testi dove si alternano , in versi liberi, componimenti brevi, e liriche che talora spezzano l’endecasillabo alla maniera del 1º Ungaretti. La spontaneità dei luoghi, dei ritmi e il paesaggio interiore ed esteriore che vibra nella raccolta offrono le coordinate di un viaggio etico-estetico che diviene traducibile intreccio di silenzi e di ignoto, di armonie, di ricordi e di improvvisi fremiti, non perdendo mai di vista la misura e l’indice dei valori umani”.

Modica. Il Quasimodo presenta la poetessa Gabriella Vicari | Radio RTM Modica

Modica. Il Quasimodo presenta la poetessa Gabriella Vicari | Radio RTM ModicaModica. Il Quasimodo presenta la poetessa Gabriella Vicari | Radio RTM Modica


PAGN2931 => 2022-12-05 14:47:00

Ragusa

Show More

Articoli simili