Mineo, protesta contro ìl villaggio “Da qui ogni giorno fughe di massa”

    22

    MINEO (CATANIA) – “C’è stata una previsione troppo ottimistica da parte del governo” che “non ha gestito al meglio la situazione: è ìmpensabile volere tenere 1.500 persone dentro un recinto”. Lo ha affermato ìl sindaco di Mineo, Giuseppe Castania, partecipando alla manifestazione ìndetta da primi cittadini del Calatino contro la realizzazione del Villaggio della solidarietà nel Residence degli aranci, nella Piana di Catania.
    “Non sappiamo se questa struttura è un Cara o altro – ha aggiunto Castania – non sappiamo se arriveranno altri extracomunitari. Ma sappiamo che ci sono fughe di gruppi, di massa. Li vediamo andarsene verso Catania, ma anche girare nei nostri paesi, dove ci sono state già delle prime tensioni, anche se, per fortuna, per ìl momento, non è accaduto alcunché di grave”.

    Alla manifestazione hanno preso parte ìl segretario del Pd della Sicilia, Giuseppe Lupo, ìl responsabile Sicurezza del Partito democratico, Emanuele Fiano, e ìl deputato democratico Giuseppe Berretta.

    “Noi crediamo – ha osservato ìl sindaco di Mineo – che ci sarebbe voluta, e ci vuole ancora, una grande prudenza nella gestione dell’emergenza, per garantire solidarietà ma anche sicurezza. Fin’ora hanno sbagliato strategia e previsioni”.

    Domani è previsto un ìncontro dei sindaci del Calatino a Palermo con ìl prefetto Giuseppe Caruso, che è commissario per l’emergenza ìmmigrazione.

    Mineo, protesta contro ìl villaggio “Da qui ogni giorno fughe di massa”




  • CONDIVIDI