Migranti riportati in Libia, Orlando: "Un grande atto di ipocrisia"

palermo

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando torna a condannare il Governo dopo il trasferimento in Libia dei migranti tratti in salvo nel Mediterraneo: “La vicenda si è risolta con il più grave atto di ipocrisia dell’Unione Europea, perché si fanno tornare i disperati fuggiti dalla Libia in quella Libia dove sicuramente non sono garantiti i diritti”.

“Della serie: ‘Sono cose, scarichiamole dove capita’”. Orlando ha poi commentato laconicamente la raccolta firme della Lega per ottenere le sue dimissioni: “C’era bisogno di questo per sottolineare la mia distanza culturale con loro?”.

Leggi anche altri articoli di palermo
o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

PA