Migranti, nella notte continuano gli sbarchi in Sicilia. Di Maio: “Paesi Ue riprendano con le redistribuzioni”. Zingaretti: “Ora governo agisca in modo adeguato”


Migranti, nella notte continuano gli sbarchi in Sicilia. Di Maio: “Paesi Ue riprendano con le redistribuzioni”. Zingaretti: “Ora governo agisca in modo adeguato” 

Ore 19 – iscriviti alla newsletter e
ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

Lo sbarco di oltre 5mila richiedenti asilo avvenuto nelle scorse settimane, le fughe dai centri di Porto Empedocle e Caltanissetta e i rischi connessi all’emergenza coronavirus riaccendono le polemiche dentro (e fuori) la maggioranza sulla gestione dei flussi migratori. Mentre la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese parla di “pericolo sanitario” e lavora per fermare le partenze dalla Tunisia, il capo della Farnesina Luigi Di Maio si appella direttamente all’Unione europea. Gli Stati membri devono “riprendere le redistribuzioni“, ha dichiarato a margine di un convegno. Il meccanismo, si è fermato “durante la crisi pandemica, ma adesso l’Unione deve riattivare quanto stabilito a Malta a settembre scorso”. In area Pd, invece, arriva la bocciatura all’esecutivo da parte di Matteo Orfini, che a Repubblica giudica “fallimentare” la strategia iniziata “con il governo Gentiloni”. Più morbidi i toni del segretario dem Nicola Zingaretti, secondo cui il governo deve “affrontare con urgenza” e “in modo adeguato” il dossier. Partendo, si legge tra le righe, dalle modifiche ai decreti sicurezza targati Salvini in parte già bocciati dalla Consulta e su cui pendono le criticità sollevate già un anno fa dal presidente Mattarella. Tutto mentre a…