Categorie
notizie

Migranti: inchiesta Mare Jonio, presentata a Ragusa istanza dissequestro dei dispositivi elettronici

Migranti: inchiesta Mare Jonio, presentata a Ragusa istanza dissequestro dei dispositivi elettronici

È stata depositata presso il Tribunale di Ragusa, dall’avvocatessa Serena Romano, una istanza per richiedere il dissequestro dei dispositivi elettronici sequestrati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Ragusa che ipotizza i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e violazione delle norme del Codice della navigazione maturati in quello che gli inquirenti ipotizzano come accordo preventivo tra la Idra Shipping armatrice della Mare Jonio e la compagnia danese Maersk per il trasferimento di extracomunitari dalla motonave porta container danese Maersk Etienne, bloccata al largo di Malta per oltre un mese e la Mare Jonio, operazione che avvenne tra l’11 e 12 settembre del 2020.Risultano indagati per favoreggiamento della immigrazione clandestina Beppe Caccia, Luca Casarini, Alessandro Metz e Pietro Marrone e altri 4 a vario titolo coinvolti nel trasbordo che secondo la tesi degli inquirenti, sarebbe avvenuto in base ad un accordo commerciale tra le società armatrici frutto di una fitta rete di contatti.

Il servizio intitolato: Migranti: inchiesta Mare Jonio, presentata a Ragusa istanza dissequestro dei dispositivi elettronici è stato inserito il 2021-06-10 07: 30: 38 dal sito online (gds.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo