Microspie tra gli ‘arrusti e mangia’ “Lo stemma quello là… coprilo…”


CATANIA – Antonino Arena ha finito di scontare la condanna per mafia nel 2017. Appena fuori dal carcere ha voluto riprendere il suo ruolo nel comparto degli ‘arrusti e mangia” di via Plebiscito, regno della carne di cavallo. Non a caso il suo nomignolo (anzi il secondo) è Nino ‘u puppittaru. E così Arena (indicato dagli investigatori elemento di vertice del clan dei Cursoti) nonostante la sorveglianza speciale avrebbe iniziato a pianificare una strategia per far chiudere il ristorante ‘Torre del Vescovo’, sotto amministrazione giudiziaria, e aprire una nuova trattoria. Il piano, a quanto pare, è riuscito: l’estate del 2018 chiude la saracinesca il locale confiscato e poco dopo riapre sotto l’insegna ‘Trattoria del principe”. Le intercettazioni audio e video sono inequivocabili: dietro la gestione del ristorante c’è ancora Antonino Arena. Inutile l’intestazione ai parenti, …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Microspie tra gli ‘arrusti e mangia’ “Lo stemma quello là… coprilo…”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer