Mfia, pesanti giudizi su deputata Occhionero dal Gip di Palermo

Si è preso fino all’ultimo minuto consentito dalla legge. E 48 ore esatte dopo la richiesta di convalida del fermo, il gip di Sciacca Alberto Davico, con un provvedimento di 247 pagine, ha spiegato perché Antonello Nicosia, esponente dei Radicali Italiani e collaboratore parlamentare della deputata Giusy Occhionero deve restare in carcere. Parole molto severe, quelle del magistrato, che non ha dubbi che i gravi indizi di colpevolezza indicati dai pm palermitani ci siano. A carico di Nicosia, come degli altri quattro fermati: il boss di Sciacca Accursio Dimino e i tre suoi favoreggiatori. Nella motivazione il gip ha sottolineato “la spiccata pericolosità criminale” degli indagati e ha definito Dimino e Nicosia “a pieno titolo inseriti nell’ambito della criminalità organizzata di stampo mafioso”. Ma se le valutazioni sui due fermati, accusati di associazione mafiosa, per quanto severe, erano attese, colpiscono le parole usate dal magistrato verso della parlamentare …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Mfia, pesanti giudizi su deputata Occhionero dal Gip di Palermo


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer