Messina: i vigili sequestrano 168 ombrelloni sulla battigia – Tempo Stretto


Messina: i vigili sequestrano 168 ombrelloni sulla battigia – Tempo Stretto 


Erano stati utilizzati come “segnaposto” in battigia dai loro proprietari

Sabato mattina sul litorale tirrenico è intervenuta la Polizia Specialistica in località Acqualadroni e San Saba, sequestrando ben 168 ombrelloni e 4 sedie che erano stati installati sulla battigia abusivamente. L’assessore Musolino ricorda la norma del Codice della Navigazione che prevede che l’occupazione arbitraria del demanio marittimo o la condotta che impedisce l’uso pubblico dello stesso è punita con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda fino a euro 516,00, oltre il sequestro di quanto installato abusivamente. L’esponente della giunta De Luca invita quindi a riportare a casa alla fine di una giornata trascorsa al mare gli ombrelloni, le  sedie, i lettini. Il bltiz infatti è stato effettuato contro la pessima abitudine di lasciare gli ombrelloni per tutta la notte come “fermaposto” sulla battigia.

“Chi volesse recuperare il proprio ombrellone potrà recarsi presso gli uffici della sezione annona della Polizia Municipale dove potrà autodenunciassi per l’occupazione abusiva, pagare la multa e ritirare il proprio ombrellone”, conclude l’assessore.



Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un’informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l’innovazione. 
Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E’ un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando un regalo: se ognuno di voi darà pure  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

seguici...sullo stesso argomento