Uncategorized

Maxi confisca da 9,5 milioni di euro, Dia in azione a Caltanissetta

#Palermo

PALERMO – Maxi confisca di beni per un valore di 9,5 milioni di euro da parte della Direzione Investigativa Antimafia all’uomo d’affari Giuseppe Li Pera, che nel corso degli anni Novanta era stato coinvolto nell’indagine ‘Mafia e Appalti’. Il provvedimento di 1º grado, emesso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Caltanissetta, riguarda un uomo d’affari proveniente da Polizzi Generosa ma da anni residente nel capoluogo nisseno.

Questi i beni sequestrati: 3 società, quote di partecipazioni in 5 società di capitali, 7 immobili, 4 auto e 22 rapporti bancari. La confisca, che segue il sequestro effettuato nel 2020, “trae origine – si legge in un comunicato della Direzione Investigativa Antimafia – da una complessa attività investigativa condotta dal Centro operativo di Caltanissetta, che ha ripercorso la carriera dell’uomo d’affari dalla metà degli anni ’80 ad oggi, accertandone la pericolosità sociale nonché un’ascesa economico-imprenditoriale costellata da costanti e continui rapporti intrattenuti tra Li Pera e il gotha dell’imprenditoria mafiosa”.


PAGN3046

Mostra di più

Articoli simili