Mamma e figlio accusati di un’altra rapina in gioielleria, stavolta a Leonforte

0
Mamma e figlio accusati di un'altra rapina in gioielleria, stavolta a Leonforte
Mamma e figlio accusati di un'altra rapina in gioielleria, stavolta a Leonforte

LEONFORTE – Quelle immagini diffuse dalla polizia di Ragusa poco più di un mese che ritraevano mamma e figlio intenti a depredare gioillerie, hanno fatto il giro del web e sono state viste da altri gioiellieri ma anche da altri investigatori. E così l’allegra famigliola, già agli arresti per alcune rapine in negozi di preziosi, è diventata destinataria di un’altra misura cautelare, eseguita oggi dagli agenti del Commissariato di polizia di Leonforte. Il provvedimento riguarda la catanese Concetta Condorelli, 74 anni, e il figlio Santo Pulvirenti, di 38 anni, entrambi pregiudicati per reati specifici, accusati di avere perpetrato nel mese di luglio scorso un furto ai danni di una nota gioielleria del centro di Leonforte.

Nello specifico i due, dopo essere entrati nell’esercizio commerciale, approfittando di un momento di distrazione del titolare, intento a servire altri clienti, con destrezza si erano impossessati di vari monili in oro custoditi nella cassaforte per un valore di circa 20.000 euro.

Gli agenti del Commissariato, intervenuti dopo la denuncia del gioielliere, li hanno identificati partendo dalla descrizione dei due fornita dalla vittima e dopo una  attività investigativa sul modus operandi degli autori del reato e utilizzando il prezioso contributo delle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza.

Al momento dell’esecuzione del provvedimento, entrambi si trovavano già sottoposti ad altra misura cautelare, nello specifico la donna in regime di arresti domiciliari e l’uomo ristretto presso la Casa Circondariale di Catania, per un altro furto compiuto a Ragusa con analoghe modalità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui