Mafia, la madrina dei Vicerè La pg: “Confermare condanna”


CATANIA – Le hanno ucciso il compagno, Sebastiano Laudani, nella guerra tra clan degli anni ’90. E così, Mariella Scuderi, ha dovuto vestire i panni neri della giovane vedova di mafia. Il suo nome non era mai finito nelle carte giudiziarie, tranne qualche accenno. Poi, nel 2016, c’è stato il maxi blitz Viceré: la femmina incensurata è stata incolpata di far parte dell’associazione mafiosa Laudani di Catania insieme al suocero e i cognati. Così è iniziato il suo percorso giudiziario che l’ha portata l’anno scorso ad una condanna in primo grado a 8 anni e 8 mesi. La sentenza è stata impugnata in appello. La Pg Iole Boscarino ha chiesto di confermare la …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Mafia, la madrina dei Vicerè La pg: “Confermare condanna”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer