Mafia a Palermo, i summit nei negozi e i boss puntano all'affare dei carburanti

Degli affari i boss parlavano nei negozi a loro “vicini”. Nel solarium di Marco La Rosa, in via Maria Santissima Mediatrice, si parlava per esempio di importanti affari: un impianto per la distribuzione di carburante. Il tarlo per i boss di Pargliarelli però è trovare un prestanome giusto, l’insospettabile a cui intestare la società. Ne dà notizia un articolo di Sandra Figliuolo sul Giornale di Sicilia di oggi. Continuano a emergere particolari dall’operazione Cupola 2.0 che ha portato la settimana scorsa all’arresto di 47 persone, tra cui Settimo Mineo, considerato il capo della nuova commissione provinciale in cui cosa nostra si era riorganizzata a Palermo.

Leggi anche altri articoli di Cronaca

LEGGI TUTTO


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer