L’Università di Noto cresce, Spataro: “Il Cumo ora punta alla specialistica”

Tre corsi di laurea in convenzione con l’Università di Messina, Scienze della formazione, Scienze della Comunicazione e Scienze tecniche psicologiche e un numero di studenti che tende di anno in anno ad aumentare. Questa la realtà del CUMO, Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale (CUMO), importante realtà di formazione universitaria con sede a Noto. Nato nel 2001 con la finalità di promuovere l’istruzione universitaria e la ricerca applicata nell’area sud-orientale della Sicilia ha come soci fondatori i Comuni di Noto, Avola, Pachino, Rosolini e Portopalo di Capo Passero insieme al Cenacolo Domenicano e alla Banca di Credito Cooperativo di Pachino. Una struttura di formazione presente in un territorio, quale quello dell’area meridionale di Siracusa e in una cittadina, Noto, sempre più all’attenzione per le iniziative turistico-culturali di innovazione.

“Attualmente gestiamo tra seicento e settecento iscritti – afferma il presidente del Consorzio Corrado Spataro – un …
Leggi anche altri post su Siracusa o leggi originale
L’Università di Noto cresce, Spataro: “Il Cumo ora punta alla specialistica”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer