> L’ultimo miglio (all’incontrario) per aiutare WonderLAD – Palermo 24h
notizie

L’ultimo miglio (all’incontrario) per aiutare WonderLAD

L’ultimo miglio (all’incontrario) per aiutare WonderLAD

L’ultimo miglio, qui e ora, qui a Catania, non è quello che nelle carceri Usa, negli Stati in cui è ancora prevista la pena di morte, accompagna il condannato nella stanza dell’esecuzione. A WonderLAD l’ultimo miglio simboleggia esattamente il contrario: il completamento di una struttura che dà una speranza di vita, vita normale nell’età della spensieratezza a chi invece è costretto dalla malattia e dal destino a cure pesanti, con il corollario di sofferenza e disagi per i familiari. Gli invitati, infatti, sono bambini affetti da patologie oncologiche. Manca poco, pochissimo a Emilio Randazzo, architetto, e Cinzia Favara Scacco, psicoterapeuta, per vedere realizzato il loro sogno nella maniera più compiuta, quindi con l’auditorium e i sei mini alloggi per le famiglie dei piccoli pazienti. 2 visionari, Emilio e Cinzia, marito e moglie, nel senso delle scelte – pensate, persino un concorso di idee per la realizzazione della struttura – e

L’articolo intitolato: L’ultimo miglio (all’incontrario) per aiutare WonderLAD è stato inserito il 2021-02-27 06: 47: 28 dal sito online (lasicilia.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo

Show More