Notizie

L’omicidio di Nino Agostino e della moglie Ida, dopo 31 anni si apre il processo

E’ il giorno dell’udienza preliminare per le richieste di rinvio a giudizio per l’omicidio dell’agente di polizia Nino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, barbaramente uccisi il 5 agosto del 1989 a Villagrazia di Carini. Lo scorso 2 luglio, dopo 31 anni, la procura generale di Palermo chiede il rinvio a giudizio dei boss Antonino Madonia, Gaetano Scotto e di Francesco Paolo Rizzuto, un amico dell’agente ucciso. I primi due rispondono di duplice omicidio, il terzo di favoreggiamento aggravato. 

Nino Agostino e la moglie, che aspettava un bimbo, furono freddati davanti al cancello della loro casa. A sparare furono due killer giunti a bordo di una moto di grossa cilindrata, poi ritrovata parzialmente bruciata non distante dal luogo del delittoLinchiesta si è dovuta confrontare con molti tentativi di depistaggio contro i quali si è battuto il padre di Nino, Vincenzo Agostino. “Accanto a me – dice oggi l’anziano, che ha stabilito di non tagliare la barba ormai lunga fino a che non avrà giustizia – ci saranno le mie figlie, i miei nipoti e, virtualmente, tutti voi che in questi lunghissimi anni avete sostenuto me e la mia meravigliosa moglie Augusta Schiera Agostino”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

 » 

Show More