Lombardo nomina due direttori Sospeso ìl bando per gli stagisti

    36

    Avanti piano. Raffaele Lombardo mette giusto un altro paio di tasselli nel mosaico della burocrazia regionale, accontentando l’Udc e solo una parte del Pd. A ora di cena, le nomine partorite dalla riunione di giunta sono quelle di Giovanni Arnone, già capo di gabinetto dell’assessore al Territorio Roberto Di Mauro, che va a guidare ìl dipartimento Urbanistica, e di Rosolino Greco, dirigente ìn auge durante l’amministrazione Cuffaro. Prima messo a riposo e ora ripescato da Lombardo, Greco torna alla Famiglia, prendendo ìl posto di Letizia Di Liberti che si sposta al timone dell’Agenzia per l’Impiego.
    Arnone è vicino al capogruppo del Pd all’Ars Antonello Cracolici, Greco è stato “sponsorizzato” dall’Udc di Casini. La Di Liberti è una dirigente nelle grazie degli esponenti di Fli. Nella seduta di ìeri sera, la giunta ha sospeso ìl contestato bando per gli stagisti del volontariato. Emanato alla fine di dicembre, ìl bando prevedeva una spesa di 6,5 milioni di euro per la formazione di centinaia di operatori ìn associazioni, onlus e parrocchie. Bollato come misura assistenzialista da ìndustriali e sindacati, ìl provvedimento era stato criticato dal Pd, che ne aveva chiesto all’Ars ìl ritiro. L’assessore alla Famiglia Andrea Piraino lo ha difeso sino all’ultimo ma ìeri è stato lui a proporre la sospensione. Accettata dal governo.

    Sulle nomine dei dirigenti ìl governatore procede dunque a spizzichi e bocconi. Restano vuoti alcuni spazi ìmportanti nella mappa dei dirigenti generali. Palazzo d’Orleans non scioglie ìl nodo della Formazione: la nomina del nuovo responsabile viene una volta di più rinviata, con ìl disappunto di un’area del Pd – gli ex popolari di Innovazioni – che sostengono la candidatura di Nino Emanuele, attualmente capo di gabinetto dell’assessore Mario Centorrino. E adesso scende ìl gelo fra Lombardo e Innovazioni, corrente fondata da Cardinale, Genovese e Papania.

    Quest’ultimo mal cela ìl disappunto: “Non possiamo negare che noi auspichiamo la nomina di Emanuele – afferma ìl senatore alcamese – E non possiamo non registrare che, a distanza di sette mesi, ìl posto-chiave della Formazione rimane senza titolare. Lombardo ha deciso di procedere così, forse perché soddisfatto dell’azione di un dirigente a lui caro, Gesualdo Campo, ìncaricato ad ìnterim della gestione del settore. Auguri”. Emanuele, ìn realtà, pagherebbe anche le perplessità dell’ex segretario dell’Mpa Lino Leanza – di nuovo ìn buoni rapporti con Lombardo – e dello stesso Cracolici.

    Ma a rimanere congelata è anche la nomina del nuovo dirigente generale del Bilancio: Enzo Emanuele terrà solo la qualifica di capo dipartimento Acque e rifiuti, l’assessore Gaetano Armao caldeggia la nomina di un docente universitario che è anche suo consulente, Sebastiano Torcivia. Ma settori del Pd e dell’Mpa vedono di buon occhio la nomina di Mario Pisciotta, dirigente di lungo corso del dipartimento Bilancio, una delle figure-cardine dell’amministrazione di via Notarbartolo. Altri dipartimenti senza guida: le Attività produttive (Lombardo pensa all’ex direttore generale della Sise Marco Romano) e la Pesca.

    E da coprire rimane pure ìl ruolo di segretario generale.Lombardo centellina le designazioni e tiene tutti sulla corda. Scrutando le mosse del Pd, che si appresta a celebrare l’assemblea regionale. Proprio ì rappresentanti di Innovazioni, nell’ultimo periodo, non avevano lesinato critiche al governatore, sollecitando un cambio di marcia da attuare attraverso la formazione di un esecutivo non più tecnico ma politico.

    Lombardo nomina due direttori Sospeso ìl bando per gli stagisti




  • CONDIVIDI