Categorie
notizie

Lo sfogo di Beppe Grillo in difesa del figlio accusato di stupro: “Arrestate me”. Il video diventa virale

Lo sfogo di Beppe Grillo in difesa del figlio accusato di stupro: “Arrestate me”. Il video diventa virale

Non è il solito Beppe Grillo quello che irrompe sui social di primo pomeriggio: freddure e sfottò lasciano il posto alle urla di un padre che si schiera, platealmente, dalla parte di suo figlio. L’accusa che pende sulla testa del giovane Ciro è pesante: avrebbe violentato insieme ad altri 3 ragazzi una studentessa. La difesa del fondatore del M5s è a tutto campo e immediata scatena una durissima reazione politica.Il tutto parte da una domanda (con annessa risposta) di Grillo: «Perché non li avete arrestati subito? Perché vi siete resi conto che non è vero che c’è stato lo stupro». Quindi, la chiosa disperata, urlata: «Se dovete arrestare mio figlio perché non ha fatto niente, allora arrestate anche me, perché ci vado io in galera». Sono passati quasi 2 anni da quella notte del luglio 2019 quando, dopo una serata passata al Billionaire in Costa Smeralda, i quattro ragazzi avrebbero

Il servizio intitolato: Lo sfogo di Beppe Grillo in difesa del figlio accusato di stupro: “Arrestate me”. Il video diventa virale è stato inserito il 2021-04-19 18: 37: 13 dal sito online (gds.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo