L’inchiesta sul Capodanno “Gli imputati vanno assolti”


PALERMO – È il pubblico ministero a chiedere l’assoluzione di tutti gli imputati. Il processo è quello sull’organizzazione dei festeggiamenti per il Capodanno 2013. Gli imputati sono Francesco Ania, allora dirigente del servizio Attività culturali del Comune di Palermo, Francesca Ciancimino, componente dello staff del dirigente, e il funzionario Salvatore Tallarita.

Facevano parte della commissione che assegnò l’organizzazione dell’evento alla società Levana di Manfredi Lombardo, pure lui sotto processo. I dipendenti comunali sono accusati di abuso d’ufficio in concorso, l’imprenditore risponde di falso perché avrebbe autocertificato di possedere il Durc, il documento unico di regolarità contributiva privo di il quale la Levana non avrebbe potuto partecipare alla gara e che in realtà avrebbe ottenuto solo dopo l’assegnazione.

L’…
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
L’inchiesta sul Capodanno “Gli imputati vanno assolti”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer