Licata, operazione Halycon: si allarga inchiesta Dda

I militari dell’arma hanno compiuto un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari verso di Antonino Cusumano di Licata (Ag), ritenuto responsabile di favoreggiamento aggravato dall’avere agevolato l’associazione mafiosa. Per la stessa ipotesi di reato, invece è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per un secondo indagato. I due, assieme ad un altro indagato, sono stati sottoposti a perquisizione domiciliare. Si tratta di uno sviluppo dell’inchiesta antimafia “Halycon”, che lo scorso 31 luglio ha fatto scattare, ad opera del Ros, il fermo di 7 persone. E proprio a loro, nelle ultime ore, i militari dell’arma hanno notificato le ordinanze di custodia cautelare, firmate dal gip del tribunale di Palermo. Le sette persone che vennero fermate lo scorso 31 luglio erano indagate, a vario titolo, per associazione mafiosa e concorso esterno in associazione mafiosa. Al centro delle rilevazioni dei militari dell’arma – coordinate dal procuratore della Dda Francesco …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Licata, operazione Halycon: si allarga inchiesta Dda


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer