L’ex sindaca di Lampedusa: “Il processo a Salvini è salvifico per la tenuta della democrazia”


L’ex sindaca di Lampedusa: “Il processo a Salvini è salvifico per la tenuta della democrazia” 
L’ex sindaca di Lampedusa, Giusi Nicolini, ha così commentato la decisione del Senato di autorizzare il processo a Matteo Salvini per il caso Open Arms: “Un processo sull’episodio Open Arms sarà salvifico per la tenuta democratica nel nostro Paese, perché servirà a sancire la differenza tra interesse pubblico e interesse di parte, a ridefinire la sostanza del concetto di stato di necessità, a ripagare sacralità alla vita umana, legittimità e dignità all’opera di soccorso delle Ong”. 
“Così dovrebbe essere tutte le volte che la tracotanza del potere politico calpesta il diritto internazionale e viola le norme costituzionali a tutela dei diritti inviolabili della persona- dice – Salvini non ha affatto difeso il Paese da 151 terroristi nemici della Patria, ma ha abusato dei suoi poteri, negando reiteratamente un Porto Sicuro a naufraghi, pure minori, mentre il mare era in tempesta e l’Open Arms si era già rifugiata davanti Lampedusa”.
E ancora: “Tutto ciò al solo fine di far lievitare il suo consenso elettorale in un clima di crescente spavento, intolleranza e odio razziale. La gravità degli abusi dell’ex ministro Salvini va oltre il tema delle migrazioni nel Mediterraneo”. Poi aggiunge: “Tutti dovremmo essere interessati a una maggiore protezione dei diritti fondamentali di fronte al pericoloso dilagare dei populismi e dei nazionalismi sprezzanti della Carta Costituzionale”. E aggiunge: “Sono inoltre convinta che la sentenza sull’episodio Open Arms non servirà soltanto a…