L’eredità della zia contesa Guerra fra cugine in Tribunale


PALERMO – Una guerra fra cugine per un’eredità contesta sfocia in un processo penale. Sotto accusa una femmina di 65 anni, denunciata da tre perenti per circonvenzione di incapace. La persona circuita sarebbe stata una zia, ultraottantenne, di Vallelunga Pratameno, un piccolo comune in provincia di Caltanissetta.

Alcuni anni fa, prima che l’anziana morisse, l’imputata decide di accoglierla nella sua a casa Palermo per prendersene cura. Dopo il decesso viene fuori il testamento con cui la nipote viene nominata erede universale dei beni: un immobile e circa 250 mila euro versati in banca.

Le cugine non ci stanno. Sostengono che la zia non possa avere firmato il testamento di sua iniziativa. Perché mai? Perché l’anziana aveva perso quasi del tutto la vista …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
L’eredità della zia contesa Guerra fra cugine in Tribunale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer