Lavori al collettore fognario, sindacati chiedono la riassunzione di 25 operai licenziati


Lavori al collettore fognario, sindacati chiedono la riassunzione di 25 operai licenziati

I sindacati chiedono al Comune di Palermo che vengano riassorbiti i lavoratori degli appalti del collettore fognario e del consolidamento del costone roccioso di Monte Pellegrino. Lo chiede la Fillea Cgil.

In tutto sono 25 operai che sono stati licenziati in due cantieri di cui il Comune è stazione appaltante. “Il Comune deve assumersi le sue responsabilità e salvaguardare chi ha già lavorato per queste due opere”, dichiarano Piero Ceraulo e Salvatore Bono, della Fillea Cgil. La sigla sindacale ha ha inviato una lettera al sindaco Leoluca Orlando, all’assessore ai lavori Pubblici Maria Prestigiacomo e all’assessore al lavoro Giovanna Marano chiedendo un incontro urgente per trovare un “percorso condiviso” per la


fonte