notizie

La vita poliedrica di Paolo Nicolosi dall’arte allo sport, nel segno della nobilità

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Acireale

Il palazzo dove risiede al centro della città, e uno dei più belli del territorio, simbolo di una nobiltà di lignaggio e d’animo. Paolo Nicolosi, classe 1945, ci accoglie nella sua splendida dimora che da secoli ospita il nucleo familiare dei Nicolosi e la loro storia che a quella di Acireale e strettamente legata. Un’aria d’altri tempi si respira in quelle stanze dove passato e presente si accostano e dove l’artista acese ha pure il suo atelier, dove troviamo tanti bei quadri dipinti dallo stesso che adornano le pareti, documenti antichi di famiglia, trofei sportivi e foto che ritraggono, tra l’altro, il padre Carmelo anche ora liceale insieme a 2 suoi compagni di scuola.

1º di 7 figli, la mamma era Gabriella Pennisi, figlia del barone Agostino, Paolo trascorre un’giovinezza serena, ricca di stimoli culturali, circondato dagli affetti famigliari e da tanti cugini: «Crescere in una famiglia numerosa significa conoscere il senso della condivisione e della tolleranza. Abbiamo ricevuto un’educazione rigida, ma siamo stati felici». Nel raccontarsi, superando il suo naturale riserbo, tanti momenti riaffiorano alla memoria: «D’estate villeggiavamo a Pozzillo, nella casa di nonno Agostino. Ricordo che quando avevo 11 anni, i  miei zii Francesco e Pio detto Paul, organizzarono una “Mostra marina” a cui parteciparono zii e cugini, ognuno con una propria creazione. Io disegnai un fondo marino e con l’aiuto di una pompa di bicicletta…


PAGN2663 => 2022-08-07 16:59:25

Acireale

Show More