La strangolarono davanti alla figlia di 11 mesi, due ergastoli ai cugini romeni

Il Gup del Tribunale di Termini Imerese ha condannato all’ergastolo Paul Andrei Todirascu di 20 anni e Florin Buzilà di 21 anni, considerati rispettivamente esecutore materiale e complice dell’omicidio di Alina Elena Bità, la ragazza romena di 29 anni strangolata a sangue freddo davanti alla figlia di soli 11 mesi nella sua casa a Cerda.  La sentenza, come riporta il Giornale di Sicilia, è stata pronunciata ieri al termine del rito abbreviato.

I due romeni sono stati condannati anche a risarcire in solido le parti civili, al compagno della vittima (assistito dall’avvocato Giuseppe Minà) vanno 130 mila euro e alla sorella (difesa dall’avvocato Francesca Tirone) 40 mila euro. Contestualmente il giudice ha ordinato il dissequestro dell’abitazione di …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
La strangolarono davanti alla figlia di 11 mesi, due ergastoli ai cugini romeni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer