La Sicilia incontra il mondo: il tennis riparte da Palermo


La Sicilia incontra il mondo: il tennis riparte da Palermo 

“Sento la responsabilità di dimostrare al mondo che si può giocare a tennis, pur con tutte le precauzioni”. Oliviero Palma, direttore del torneo di Palermo, sente di avere una grande opportunità. E lo spiega all’agenzia di stampa Reuters, consapevole della responsabilità e insieme della possibilità di lanciare un messaggio al mondo. “Le giocatrici e la WTA hanno fiducia in Palermo e nella Sicilia che oggi, tocchiamo ferro, è libera dal Covid-19”.

Il grande tennis ricomincia proprio dall’Italia, la prima nazione europea colpita dalla pandemia globale. Ricomincia dalla Sicilia, dove dall’inizio del contagio oltre tremila persone hanno contratto il virus ma quasi tutte sono fortunatamente guarite. L’edizione 2020 del torneo, la trentunesima del Palermo Ladies Open, non potrà essere come le altre. Trasmesso integralmente su SuperTennis, con due incontri al giorno anche sui canali Rai, il torneo di Palermo racconta la speranza e la rinascita, la forza di una passione, la capacità dello sport di evolversi, adattarsi per affrontare questo tempo sbandato.

In calendario dal 1990, salvo il periodo tra il 2014 e il 2018, in tutte le sue trenta precedenti edizioni il torneo di Palermo ha anticipato il futuro. Qui una sedicenne Mary Pierce conquistò il suo primo titolo in carriera nel 1991, perdendo appena 16 game in cinque partite. Tra il 1994 e il 1995, Irina Spirlea vinse qui i primi due tornei WTA della sua carriera. Nel 1999, al Country Club esplose la…