La Sicilia all’attacco delle banche internazionali, contenzioso per risparmiare 150 milioni di euro

Chiudere definitivamente i contratti derivati con un esposizione swap pari a 310 milioni nozionali ancora aperti con 5 gruppi bancari attraverso un accordo transattivo: è l’obiettivo della Regione siciliana, che ha l’ok del Mef e di Cassa depositi e prestiti, pronta ad aprire un contenzioso qualora le banche non dovessero accettare il negoziato. Domani è in programma un vertice a Palermo tra l’assessore all’Economia Gaetano Armao e il suo staff con i dirigenti dei 5 gruppo bancari.

I cinque gruppi bancari sono Nomura, Merril Lynch, Banca nazionale del lavoro, Deutsche Bank e Unicredit. L’esposizione verso le controparti delle operazioni in derivati, che furono sottoscritti dalla Regione a copertura
di mutui con CdP contratti tra il 2005 …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
La Sicilia all’attacco delle banche internazionali, contenzioso per risparmiare 150 milioni di euro


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer