“La questione morale non si risolve con la logica dei bussolotti”


Diceva Vitaliano Brancati che la fede fascista professata in gioventù lo aveva indotto a dormire con un occhio solo, per tutta la vita, ‘come il custode della casa già visitata dai ladri’: come quel tale che, aggiungeremmo, guarito a vent’anni da una grave malattia, ne porta per sempre su di sé i segni e le conseguenze, che gli impongono cure e particolari esercizi di attenzione per evitare di ricadere – e stavolta privo di speranza di guarigione — nello stesso morbo.

Analogamente, eguale cautela ed eguale sorveglianza su sé stessa dovrebbe esercitare la nostra Comunità nazionale, attraversata com’è da ricorrenti tentazioni autoritarie, verso i progetti tesi a riformare il funzionamento delle Istituzioni di garanzia, che non rappresentano un privilegio di pochi, come una interessata lettura vorrebbe talora far credere, ma il presidio dei diritti di tutti. Si …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
“La questione morale non si risolve con la logica dei bussolotti”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer