La “maldestra” difesa di Ruggirello “Patto mafioso”: resta in carcere


PALERMO – Paolo Ruggirello resta in carcere. Il tentativo dell’ex deputato regionale di scrollarsi di dosso le pesanti accuse viene bollato come “maldestro” dal giudice per le rilevazioni preliminari Piergiorgio Morosini. Da qui il no alla richiesta della difesa di ottenere una misura cautelare meno afflittiva.

Su Paolo Ruggirello e Ivana Inferrera Cosa Nostra avrebbe convogliato il consenso alle Regionali del 2017. Erano rispettivamente candidati per il Pd e per l’Udc. Entrambi non furono eletti. Inferrera è stata direttrice del museo della preistoria e nel 2013 assessore alle Strategie di sviluppo, alle politiche sociali e al Turismo del Comune di Trapani. Le viene contestato il reato di voto di scambio politico-mafioso.

Più grave la posizione di Ruggirello: è indagato anche per concorso esterno in associazione …
Leggi anche altri post su Cronaca o leggi originale
La “maldestra” difesa di Ruggirello “Patto mafioso”: resta in carcere


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer