Catania

La contestazione di Grande Catania Il commissario ignora il Consiglio

#Catania

La nota di Alessandro Campisi e Orazio Grasso, in qualità di vicecapogruppo – tutti e due – degli autonomisti in aula consiliare.

CATANIA – “Il consulente Alessandro Campisi e il consulente Orazio Grasso, in qualità tutti e due di vice capofila del Gruppo Grande Catania, esprimono particolari perplessità nei confronti della gestione commissariale del Comune di Catania”. È l’inizio di una nota inviata alla stampa dai 2 consiglieri comunali autonomisti.

“La mancata presenza in aula di tutti e due i commissari nel corso della trattazione del bilancio consolidato ha costretto il Premier comunale Sebastiano Anastasi a sospendere la trattazione dei lavori per divertirsi minuti, tempo utile in modo che perlomeno uno dei 2 commissari avesse modo di collegarsi da remoto”, proseguono Campisi e Grasso.

“La gestione commissariale del Comune di Catania ha relegato la Giunta Comunale ai margini dell’attività amministrativa dell’ente stesso – aggiungono – Il gruppo Grande Catania ci tiene a evidenziare che la Giunta Comunale oggi rappresenta l’unica istituzione politica, democraticamente eletta in città. In proposito tutti e due i consiglieri auspicano che si possa arrivare a un sensibile cambio di marcia in tal senso, in modo che il consiglio comunale ritorni centrale nelle scelte importanti per la città, con una piu larga partecipazione dello stesso da parte dei commissari in temi fondamentali come la gestione della spazzatura, le risorse del PNRR, viabilità e mobilità, gestione del personale, manutenzione ordinaria e straordinaria. Tutti temi improrogabili che vanno affrontati subito nell’interesse della città, sebbene i tempi ristretti di fine consiliatura.”


PAGN2931 => 2022-12-06 15:17:41

Catania

Show More

Articoli simili