notizie

La casa, le autovetture e il bancomat: così Bonafede proteggeva Messina Denaro: oggi l'interrogatorio

#Palermo

La banalità del male sta tutta nelle immagini catturate dalla telecamera di sorveglianza di un supermercato di Campobello di Mazara. Matteo Messina Denaro, stragista della nota organizzazione malavitosa, col carrello, come un comune cittadino, gira tra scaffali di alimenti e detersivi. L’occhio di sorveglianza del negozio lo riprende solo qualche giorno prima della cattura che ha messo fine a una latitanza durata 30 anni.
Per gli inquirenti e un riscontro importante del fatto che il padrino di Castelvetrano vivesse definitivamente nell’appartamento di vicolo San Vito che per lui aveva acquistato il geometra Andrea Bonafede, l’uomo che gli aveva prestato l’identità.


PAGN3045

Show More

Articoli simili