Categorie
notizie

Io apro, i ristoratori catanesi che sfidano i decreti: «Abbiamo il diritto di lavorare»

Io apro, i ristoratori catanesi che sfidano i decreti: «Abbiamo il diritto di lavorare»

In via Garibaldi ci sono i palloncini neri sulle sedie. Nei pressi di piazza Duomo, invece, la saracinesca resta alzata. Poco distante, in piazza Addamo, si accendono le luci e si puliscono i tavoli. La protesta nazionale “Io Apro” viene raccolta anche a Catania con centinaia di ristoratori che esprimono così il loro dissenso verso le scelte di Governo. «Il negozio è pieno di ragnatele e oramai siamo stanchi-dice Piera Giuffrida, proprietaria di “Cascia Lab”- lottiamo per il nostro diritto al lavoro e questo è inconcepibile. Dopo i reclami di Roma bisogna proseguire nel resto d’Italia. Qui siamo tutte donne e tra di noi c’è chi ha un mutuo, un affitto, dei debiti e le bollette da pagare. Come si può andare avanti così?» Dopo i presidi di piazza, la protesta di migliaia di imprenditori si sposta all’interno delle loro sale. «Protestiamo perché da tredici mesi siamo rimasti chiusi- sottolinea

Il post intitolato: Io apro, i ristoratori catanesi che sfidano i decreti: «Abbiamo il diritto di lavorare» è stato inserito il 2021-04-07 11: 55: 51 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo