Infiltrazioni mafiose a Pachino, l’ex sindaco Bruno non candidabile per 10 anni

I giudici della seconda sezione civile del Tribunale di Siracusa, hanno condannato l’ex sindaco di Pachino, Roberto Bruno del Partito democratico, a non candidabilità per i prossimi 10 anni. Stessa sentenza è stata diffusa anche per gli ex consiglieri comunali Massimo Spataro e Massimo Agricola, questi ultimi ritenuti dai giudici ‘teste di ponte’ del clan mafioso Giuliano. Sono stati invece assolti gli ex consiglieri, Corrado Quartarone e Corrado Nastasi. Il procedimento era stato avviato dopo la denuncia del Ministero dell’Interno attraverso l’ufficio territoriale del governo (Prefettura) che aveva sciolto il Comune di Pachino per infiltrazioni mafiose.
I giudici Ornella D’Orazi, Vincenzo Cefalo e Alessandro Rizzo (presidente) nella sentenza hanno scritto che ” Salvatore Spataro, Massimo Agricola e Roberto Bruno non candidabili alle elezioni per la Camera dei Deputati, per il Senato della Repubblica e per il Parlamento europeo, nonché alle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali, in …
Leggi anche altri post su Siracusa o leggi originale
Infiltrazioni mafiose a Pachino, l’ex sindaco Bruno non candidabile per 10 anni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer