Infiltrazioni clan Laudani negli appalti Lidl e Securpolice, confermate condanne in appello

Sono state confermate anche in secondo grado a Milano le pene fino a 16 anni e 4 mesi di carcere ai 7 imputati nel processo d’appello con al centro un filone dell’inchiesta della Dda su presunte infiltrazioni della cosca catanese dei Laudani negli appalti della Lidl in Italia e della Securpolice, il consorzio di società responsabile pure della vigilanza anche per il Palazzo di giustizia milanese.

La seconda Corte d’Appello, che ha accolto la richiesta del sostituto pg Gaetano Santamaria, ha cosi ricalcato la sentenza di un anno fa. In particolare le condanne confermate sono i 16 anni e 4 mesi di carcere per l’imprenditore Luigi Alecci, considerato uno dei “promotori” dell’organizzazione criminale, insieme a Emanuele Micelotta e Giacomo Politi, …
Leggi anche altri post su Catania o leggi originale
Infiltrazioni clan Laudani negli appalti Lidl e Securpolice, confermate condanne in appello


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer