Inchiesta Kerkent, rigettato ricorso di Iacono Quarantino

La Corte di Cassazione ha rigettato l’istanza avanzata dalla difesa di Angelo Iacono Quarantino, 28 anni, con cui chiedeva l’affievolimento della misura cautelare degli arresti domiciliari e la sostituzione della stessa con una misura alternativa. Resta, duqnue, ai domiciliari. 

Iacono Quarantino è finito nelle “maglie” dell’inchiesta Kerkent lo scorso marzo quando la Dia fece scattare il blitz coordinato dalla Dda di Palermo: è incolpato di associazione a delinquere finalizzato al traffico di stupefacenti. Per gli inquirenti della Dda di Palermo, con l’inchiesta coordinata dal pm Claudio Camilleri, il 28enne avrebbe fatto parte del sodalizio capeggiato da Antonio Massimino.

Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Inchiesta Kerkent, rigettato ricorso di Iacono Quarantino


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer