Incendi senza tregua in Sicilia: fiamme per ore in provincia di Palermo, task force per i soccorsi


Incendi senza tregua in Sicilia: fiamme per ore in provincia di Palermo, task force per i soccorsi 

Non c’è tregua per gli incendi in Sicilia, oltretutto in provincia di Palermo dove qualche giorno fa sono stati superati i 40 gradi: cinquanta gli interventi dei Pompieri e della Forestale nelle ultime ore. Tutti gli uomini delle squadre di soccorso sono state impegnati per fronteggiare i roghi nelle zona di San Giuseppe Jato, San Cipirello, sulla statale Palermo Sciacca, sullle Madonie, tra Petralia e Castellana Sicula dove sono stati registrati i casi più critici.

Le fiamme hanno divorato ettari di vegetazione per tutta la notte a Chiusa Sclafani, Giuliana, Partinico, Bagheria e Trappeto. Nel territorio dei Monti Sicani è intervenuta pure l’aeronautica militare. Un equipaggio dell’82esimo Centro Csar (Combat Search And Rescue) di Trapani, è stato impegnato per nove ore, con 44 lanci e 40 mila litri d’acqua sganciati. Già da questa mattina sono nuovamente in azione nel territorio Gli aerei antincendio canadair ed elicotteri per fronteggiare le fiamme.

Spavento oltretutto per il vasto incendio partito dal territorio di Chiusa Sclafani che ha raggiunto qualche giorno fa sera, a ragione del vento, il comune di Giuliana, interessando il territorio del cimitero e lambendo il centro abitato in contrada sotto le grotte. Il rogo è divampato per tutta la notte.

Qualche giorno fa sera la Prefettura di Palermo ha attivato il Centro di coordinamento dei soccorsi. A partecipare alle attività di spegnimento, assieme ai pompieri e al corpo forestale, pure la Protezione civile della Città metropolitana di Palermo, attivando il…

seguici...sullo stesso argomento