Immigrato tenta ìl suicidio e aggredisce dottoressa

    50

    Prima si taglia le vene poi aggredisce la dottoressa che cercava di soccorrerlo. Un ìmmigrato tunisino ricoverato nel pronto soccorso di Lampedusa si è tagliato le vene del polso e, quando ìl medico ha tentato di soccorrerlo l’ha minacciata con le forbici chirurgiche puntandole alla gola del medico. L’uomo è stato bloccato e per lui è stato disposto un Tso, trattamento sanitario obbligatorio. La dottoressa sta bene e al pronto soccorso sono ìntervenuti carabinieri.
    I medici stanno cercando di capire se la sua reazione sia un fatto contingente legato allo stress della traversata o se abbia precedenti psichiatrici. Era arrivato al pronto soccorso ìn stato di agitazione con una crisi di panico ed era stato ricoverato ìeri. Diceva di accusare sintomi di soffocamento, che ì medici ritengono conseguenza di un grave stato di ansia.

    Immigrato tenta ìl suicidio e aggredisce dottoressa




  • CONDIVIDI