Il femminicidio a Partinico, Ana Maria aspettava un bimbo: era incinta da 3 mesi

Ana Maria Lacramioara Di Piazza era incinta. È l’esito dell’autopsia sulla 30enne di Giardinello uccisa venerdì scorso a Partinico da Antonio Borgia, 51 anni, imprenditore. Secondo quanto stabilito dal medico legale che ha compiuto l’esame all’istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo, la ragazza era al terzo mese di gravidanza di un maschio.
Ana, dunque, non avrebbe mentito così come invece sosteneva l’imprenditore per il quale, adesso, l’accusa peggiora. Alcune amiche della trentenne, subito dopo l’omicidio, avevano sostenuto che la Ana avesse raccontato loro della relazione e che i soldi le sarebbero serviti per portare avanti la gravidanza e non per ricattare l’uomo.
Dall’autopsia è poi emerso che sono state ben 10 le coltellate inferte da Borgia di cui una, fatale, alla gola. Il 51enne si trova ancora in carcere. Il gip ha accolto le richieste del procuratore aggiunto Annamaria …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Il femminicidio a Partinico, Ana Maria aspettava un bimbo: era incinta da 3 mesi


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer